L'accorato appello di Tamron Hall alle donne di colore vittime di violenza domestica e paura

Le vittime di abusi domestici con animali domestici corrono un rischio maggiore di stare con il loro aggressore. Tamron Hall vuole aiutare il mondo a capire perché, perché la questione le sta molto a cuore.

Caricamento del lettore...

Se hai un animale domestico in casa, sai che gli animali domestici sono membri amati della famiglia. L'amore e la devozione di un proprietario per il proprio animale domestico può essere una cosa bella da vedere, ma se è vittima di violenza domestica, anche questo affetto potrebbe mettere a rischio la sua vita.

Presentatore di talk show diurni ed ex NBC Spettacolo di oggi la sorella dell'ancora Tamron Hall è stata tragicamente uccisa dal suo aggressore e ora ha collaborato con Progetto guinzaglio viola di Purina per aiutare a combattere la violenza domestica facendo luce su un sottoinsieme di vittime di violenza domestica che sono spesso trascurate.



Circa il 48% dei sopravvissuti all'abuso ritarda a lasciare le loro case perché sono preoccupati per l'animale, Hall dice a ESSENCE. Sono preoccupati che se me ne vado, quell'aggressore abusi del mio animale domestico. Se me ne vado, cosa succede in molti casi all'unica fonte di amore incondizionato che ricevono giorno dopo giorno. Si stima che 1 donna su 3 e 1 uomo su 4 subiscano qualche tipo di abuso nella loro vita, molti dei quali hanno anche animali domestici che amano in casa. Sfortunatamente, la percentuale di rifugi per la violenza domestica che possono ospitare animali domestici è del 10%.

Molte persone non sanno che questo esiste, ed è un problema reale e di cui non si discute spesso, spiega Hall.

Maggio è il mese nazionale degli animali domestici, quindi Hall si è seduta con ESSENCE per parlare di quanto sia vicina e cara la questione e perché crede che sia una conversazione così importante da avere.

I rischi per qualsiasi vittima in questa situazione sono molto più alti. Quel giorno una donna o un sopravvissuto decide di andarsene, quello è il giorno più pericoloso che affrontano, dice Hall. Riesci a immaginare? L'aggressore ora sa che sta perdendo il controllo. Quindi, c'è l'animale domestico lì. Farò del male a questo animale se te ne andrai. Useranno l'animale come ricatto emotivo.

cos'è una cucina tra i capelli?
Tamron Hall

Tamron Hall

Mia sorella, l'ultimo giorno della sua vita, il suo cane, chiamato affettuosamente Mini Me, era lì con lei, dice Hall. E così, vengo da una famiglia di amanti dei cani. Avendo ora avuto un bambino e vedendo come mi prendo cura di un cane, so che non è popolare da dire, ma ci sono somiglianze. Sono i tuoi figli. Sono la tua famiglia ed è importante che non lasciamo indietro nessun membro della famiglia.

Dover scegliere tra la tua sicurezza e lasciare il tuo animale domestico è una scelta che Hall crede che nessuno dovrebbe mai fare.

Non sei solo, insiste Hall, quando condividi la sua supplica con qualsiasi donna che è vittima di violenza domestica e sente che non c'è via d'uscita. Non sei solo. Non sei un titolo in divenire. Non sei una storia da dimenticare. Sei una sorella. Sei un amico. Sei una mamma. Sei una donna nera amata.

quanti figli ha monica

Stiamo facendo luce su questa conversazione che stiamo riconoscendo il ruolo inestimabile che gli animali domestici svolgono nella nostra vita, dice Hall che ha avuto animali domestici per tutta la vita e attualmente ha un uccellino molto sfacciato che vive a casa sua.

L'obiettivo è di avere entro il 2025 il 25% dei rifugi per la violenza domestica in questo paese attrezzati per accogliere i cani, spiega Hall. Non è che questi rifugi non vogliano portare questi membri della famiglia delle pellicce; non sono attrezzati in così tanti modi.

Hall ha una piattaforma nazionale che raggiunge milioni di persone ed è determinata a spargere la voce su ciò che il Purple Leash Project sta facendo per aiutare i rifugi ad arrivarci.

Quando penso a cosa significa e a questa responsabilità che ho con questa piattaforma, non riesco a pensare a un modo migliore per usarla, dice Hall. Molte persone parlano di violenza domestica, e dovrebbero, e noi lo facciamo e dovremmo continuare. Ma sono queste piccole conversazioni sfumate che hanno spostato la palla in avanti.