Il defunto ufficiale del NYPD accusa l'FBI, il NYPD di aver cospirato per assassinare Malcolm X

Le figlie di Malcom X ora chiedono alle autorità di riaprire le indagini sull'omicidio del padre.

L'assassinio di Malcom X nel 1965 sta affrontando un nuovo esame con lo svelamento di nuove scioccanti accuse. L'avvocato Benjamin Crump, insieme alla figlia di Malcolm X Ilyasah Shabazz e Reginald Wood Jr., il cugino del defunto poliziotto di New York Raymond A. Wood, sta accusando l'FBI e la polizia di New York di lavorare insieme per uccidere Malcom X.

Durante il gruppo Conferenza stampa di New York City City , tenutosi sabato 20 febbraio, Wood ha detto che suo cugino, un membro nero, sotto copertura del NYPD dall'aprile 1964 al maggio 1971, ha scritto una lettera il 25 gennaio 2011, descrivendo in dettaglio eventi mai raccontati prima che hanno portato all'assassinio di Malcolm X. X fu assassinato il 21 febbraio 1965 nell'Audubon Ballroom di Harlem mentre teneva un discorso. Sebbene tre uomini siano stati condannati per la sua morte, Wood sostiene che quegli uomini in realtà non avevano nulla a che fare con quello che è successo.



La lettera di confessione di Wood accusa i suoi superiori della polizia di New York di avergli detto di assicurarsi che Malcolm X non avesse alcuna sicurezza a presidiare le porte il giorno dell'evento Audubon Ballroom. Per rispettare quell'ordine, Wood dice di aver arrestato la squadra di sicurezza di Malcolm X giorni prima che il leader dei diritti civili fosse ucciso a Manhattan.

Le mie azioni sono state fatte sotto costrizione e paura, ha scritto Wood nella sua lettera. Potrei affrontare conseguenze dannose... dopo aver assistito ripetutamente alla brutalità nelle mani dei miei colleghi. Ho provato a rassegnare le dimissioni. Invece, sono stato minacciato di arresto accusandomi di traffico di marijuana e alcol se non avessi portato a termine gli incarichi. Sotto la direzione dei miei responsabili, mi è stato detto di incoraggiare i leader e i membri dei gruppi per i diritti civili a commettere atti criminali. L'idea del bombardamento della statua della libertà è stata creata dal mio supervisore/gestore. Usando la sorveglianza, l'agenzia ha scoperto che [due uomini] erano attori chiave nei dettagli della sicurezza del controllo della folla di Malcolm X. Era mio compito attirare i due uomini in un crimine federale criminale in modo che potessero essere arrestati dall'FBI e tenuti lontani dalla gestione della sicurezza della porta di Audubon Ballroom di Malcolm X il 21 febbraio 1965.

Temendo ritorsioni da parte del governo o della polizia di New York, Wood ha chiesto a suo cugino di rivelare queste informazioni al pubblico una volta morto. Wood è morto nel novembre 2020 dopo una battaglia contro il cancro.

Nessuno può sostenere che Malcolm X sia la personificazione di Black Lives Matter, ha detto Crump. Siamo qui per parlare di giustizia riparativa perché il passato è prologo. Il fatto che Ray Wood, questo poliziotto sotto copertura di New York che ha scritto questo letto di morte, dichiarazione morente del suo coinvolgimento per volere della polizia di New York e dell'FBI, abbia cospirato per screditare i leader civili, i leader nazionalisti neri e anche peggio per ucciderli, quando tu considera l'assassinio di Malcom X, Fred Hampton e Martin Luther King Jr.

Le figlie di Malcom X ora chiedono alle autorità di riaprire l'indagine sull'omicidio del padre ora che questa nuova informazione è emersa. Secondo Crump, l'unico modo per ottenere giustizia è con la verità.